Pubblicato in: Uncategorized

I miei film

Mi sono fatta un film, non è il primo e non sarà nemmeno l’ultimo ma questo è bello e ve lo racconto…
Ci sono:
Lui che è uno con un brutto carattere, incazzato con il mondo, con la vita e soprattutto con se stesso, ma ha un sorriso bellissimo.
Lei che fa sempre un sacco di chiasso, chiacchiera senza freni, ride e ha un sacco bisogno di attenzioni ma le vengono spesso gli occhi lucidi.
Un luogo e un tempo ideali dove tutto si ferma, una stanza in cui mondo non entra.
E mentre lei parla, lui sorride e si respirano, si assaggiano, non credono alla storia della mela, ma uno addosso all’altra stanno bene.
Sul pavimento nelle giacche tengono in tasca ognuno il loro amore, lo tengono al riparo, custodito da stravolgimenti, perché hanno costruito un posto solido che è l’unico in cui sanno di tornare ogni sera.
Sono due persone a cui non manca nulla, hanno trovato il modo di attraversare la vita, hanno il loro modo si superare le difficoltà e forse in quelle stanza non era necessario entrare.
Ma lì c’è una doccia così grande…da contenerli entrambi

Pubblicato in: Uncategorized

GOODBYE KISS

Era tutto iniziato, non avevo scelta
Hai detto che non ti importava,
perché l’’amore è difficile da trovare
Forse i giorni che avevamo a disposizione sono finiti,
abbiamo vissuto in silenzio per troppo tempo
Apri gli occhi, cosa vedi?
Niente più risate, niente più fotografie
Voltandomi lentamente, guardando indietro, vedo
Nessuna parola potrà salvare la nostra relazione,
tu sei a pezzi e io sono incazzato

Pubblicato in: Uncategorized

Sessualità e abusi nell’adolescenza

Al di là del Buco

tumblr_kxpcvlifPK1qzdisoo1_500edoardo pasero

Maria è stata stuprata a quattordici anni. Uno stupro di gruppo e il gruppo era formato da ragazzi che frequentavano la stessa scuola. A lei piaceva uno di loro e i ragazzi invece la sfottevano perché lei si comportava in modo ingenuo. Si era fatta la fama di quella che la dava a tutti perché un tale aveva raccontato di aver goduto di un suo pompino. Quel pompino lei lo aveva fatto, ma in realtà era stata una vicenda un po’ confusa. Lui le aveva detto di seguirlo, lei gli era andata dietro, lui aveva tirato giù la lampo e aveva detto qualcosa tipo “succhialo”. Lei aveva cominciato a succhiarlo. Ne lui né lei sapevano esattamente come fare e venne fuori che lui sentiva male e lei succhiava e succhiava come se si trattasse di far venire fuori chissà quale sapore da ingoiare.

View original post 887 altre parole

Pubblicato in: Lui

Attese

Lo aspettavo con lo stesso spirito con cui ci si aspetta il sole la mattina, con entusiasmo e desiderio, anche se poi se il sole non arriva si affronta la vita lo stesso e magari sarà anche una bella giornata.

Lo aspettavo come ci si aspetta il sole al mattino, sapendo che non poteva dipendere da me la sua presenza, sapendo che non poteva fare di più per esserci, si deve aspettare che capiti.

Lo aspettavo come ci si aspetta il sole al mattino, che se poi lo vedi tutti giorni per parecchio tempo non lo aspetti più e un giorno di pioggia mette allegria.

Lo aspetto come ci si aspetta un giorno di sole dopo mesi di pioggia!

Lo aspetto…

IMG_2953-0.PNG

Pubblicato in: Uncategorized

forze deboli e debolezze forti

Ognuno di noi è un misto di forze deboli e debolezze forti.

Ognuno di noi è vittima e carnefice

Ognuno di noi attacca e si difende, ogni singolo giorno, ci penso ogni volta che vedo un vincente beffeggiare uno sconfitto, scuoto il capo e vorrei dirglielo che un po’ di umiltà gli permetterebbe di poter accettare meglio la sua sconfitta quando arriverà, perché arriverà.

Non esiste nessuno che possa non conoscere mai la sconfitta e l’umiliazione perché non sono come il successo e la vittoria, quelle puoi non godertele se non le hai mai viste prime, alcuni rischiano di viverle senza riconoscerle.

La sconfitta invece ti sbatte a terra con la faccia sul freddo del pavimento, non lascia possibilità di essere ignorato come l’odore di piscio in un bagno pubblico.

E parlo con te che ti senti in alto e che sputi verso il basso, da quaggiù, ti dico con compassione, anche la tua saliva dovrai pulirti da dosso una volta che sarai stato qui sotto, non solo quella dei poveri stronzi come te e a volte anche me!